il mio paese    MONTE PORZIO CATONE

HOME  

       

Osea   Fiorelli      

 

BIOGRAFIA

Osea FIORELLI nacque a MONTE PORZIO CATONE il 25 Gennaio 1889 da Vincenzo e Cornelia MASCIOLI. Dimostrò attitudini artistiche fin dalla scuola elementare, così, il maestro  Umberto  EGIDI,   chiamato  il  Maestrone,   lo   indirizzò all'Istituto delle Belle Arti di Roma.

Osea cominciò a frequentare detto Istituto nel 1901 ed ottenne i seguenti premi:

anno scolastico 1902 - 1903:

II premio - Medaglia di bronzo - "Corso di ornato comune"

anno scolastico 1903 - 1904:

II premio - Medaglia di bronzo - "Corso di prospettiva"

anno scolastico 1905 - 1906:

I premio - Medaglia di bronzo - "Corso di anatomia"

anno scolastico 1905 - 1906:

II  premio - Medaglia di bronzo - "Corso plastica ornamentale"

anno scolastico 1905 - 1906:

I premio - Medaglia d'argento - "Corso di figura speciale"

A soli 12 anni dipinse il quadro del patrono di MONTE PORZIO CATONE, Sant'Antonino Martire mentre compie il miracolo dell'acqua, circondato da un gruppo di Monteporziani.

Con le Elezioni Amministrative del 12 luglio 1914 viene nominato  Consigliere Comunale con il Sindaco Venturini Pietro e Ricci Tommaso, Paciotti Antonino, Mergè Bernardo, Ciminelli Tullio, Bartolini Cesare, Ricci Ciro, Laurenti Mario, Laurenti Romolo, Laurenti Edmondo, Picco Carlo, Mascioli Vittorio e Bettini Ferdinando.   

Dal  1915 al  1918 combattè valorosamente nella I^ Guerra Mondiale, fu ferito e fatto prigioniero dagli Austriaci, venne promosso Capitano per meriti di guerra. Un episodio del suo coraggio di ufficiale è riportato nel libro "UN ANNO SULL'ALTIPIANO" di Emilio LUSSU, ed in seguito raccontato nel film "UOMINI CONTRO " di Francesco Rosi del 1970.

Tornato a MONTE PORZIO istituì l' Associazione Combattenti e Reduci di Guerra.

Nel 1920 cominciò a dipingere per i Padri Redentoristi di Via Merulana quadri a soggetto sacro tra i quali "Madonna del Perpetuo Soccorso". Tali opere attualmente si trovano in Inghilterra, Belgio, Olanda, Irlanda e negli Istituti religiosi dei suddetti Padri.

Nel 1922 progettò il modellino di una nave insommergibile. In caso di collisione, dalla stiva, sarebbero emersi dei globi, che, gonfiati ad aria compressa, avrebbero tenuto lo scafo in superficie. Il 4 Aprile 1923 nel lago di ALBANO ebbe luogo il primo esperimento che dimostrò la validità dell'invenzione.

Gli Americani, nel 1970, usarono la stessa tecnica per l'ammaraggio, nell'Oceano Pacifico, della Navicella spaziale e per il recupero di relitti nei fondali marini.

Dal 1925 l'attività pittorica di Osea fu rivolta ai ritratti per committenti di vari paesi.

Nel 1932 sposò Clelia MARGINESU e fu sposo e padre esemplare. Sostenuto da una profonda fede religiosa confidò sempre nell'aiuto di Dio ed accettò cristianamente tutte le avversità della vita.

Nel 1938 vinse un concorso di Arte Sacra come miglior pittore di volti, così fu chiamato a restaurare la Madonna del Buon Consiglio a GENAZZANO.

Insegnò disegno nell'Istituto Professionale di PALESTRINA e nell'Istituto Tecnico "Marianna Dionigi" di ROMA. Nel tempo libero dall'insegnamento si dedicò ancora alla pittura Sacra: restaurò i quadri della Via Crucis nella chiesa di San Gregorio Magno di MONTE PORZIO CATONE e lo Stendardo di Sant'Antonino Martire. Dipinse lo scenario della deposizione del Cristo e lo Stendardino della Madonna del Divino Amore. Affrescò una pala d'altare nella chiesa di COLONNA.

Il 12 Giugno 1954 chiuse serenamente la sofferta esistenza lasciando un vuoto incolmabile nella vedova e nei figli ed un profondo rammarico a quanti gli furono amici.

L'Amministrazione Comunale di Monte Porzio Catone in seguito gli dedicò una via nei pressi dell' ex cinema all'aperto.

fonte L'OPERA ARTISTICA DEL PITTORE OSEA FIORELLI a cura dei figli